Una serie di reperti etnografici conservati al Museo di Antropologia proviene dal Vicino Oriente. La loro origine è piuttosto eterogenea, ma da far risalire soprattutto alle ricerche antropologiche condotte negli anni Settanta dal museo.