Motore elettrico di Froment

Potrebbe essere stato acquisito da Francesco Zantedeschi a metà ‘800.

Inventore: Paul Gustave Froment. Costruttore di strumenti scientifici francese.

Datazione : Metà 19 sec.

Descrizione

L'apparecchio è costituito da due bobine che, alimentate periodicamente dalla corrente di una pila, attraggono le barrette di ferro fissate fra i due dischi d'ottone. Un contatto a molla, poggiante su una ruota dentata disposta sull'asse di rotazione, permette di interrompere regolarmente la corrente nelle bobine.
Motori di questo tipo vennero sviluppati negli anni 1840 dal costruttore parigino di strumenti scientifici Paul Gustave Froment. Essi conobbero una grande diffusione quali apparecchi da dimostrazione, spesso utilizzati per muovere piccole pompe o verricelli.
 

Materiale e tecnica: ferro, ottone, vetro, legno

Misure: altezza 21cm, larghezza 17cm, profondità17 cm

Collocazione: Università degli Studi di Padova, Museo di Storia della Fisica

Codice bene: 275

Autore scheda: Sofia Talas

Diritti: Università degli Studi di Padova