Condensatore per elettrometro

Datazione: terzo quarto sec. XIX

Descrizione

Lo strumento consiste in due dischi di ottone di cui una superficie è coperta da un leggero strato di ceralacca. I due dischi recano entrambi un foro centrale filettato. Su uno dei due è avvitato un manico di vetro. L’altro poteva essere avvitato alla sommità di un elettrometro e vi si poggiava sopra il piatto munito di manico. La coppia dei due piatti veniva così a costituire un condensatore grazie al quale si potenziava la sensibilità degli elettrometri e si evidenziavano cariche elettriche troppo deboli per essere osservate con il solo elettrometro.

Materiale e tecnica: ottone/ceralacca

Misure: altezza 19 cm, diametro 9,2 cm

Parole chiave: elettricità, elettrostatica

Collocazione: Istituto di Istruzione Superiore "Pietro Scalcerle" di Padova

Codice bene: 1

Bibliografia

  • Adolphe Ganot, Cours de Physique purement expérimentale: à l’usage des gens du monde, des aspirantes au brevet supérieur, des élèves des écoles normales, des institutions de demoiselles, et en général des personnes étrangères aux connaissances mathématiques, Paris 1859