Tubo a raggi X con rigeneratore

Inventore: Sir William Crookes, n.1832 - m.1919. Chimico e fisico britannico.

Costruttore: Siemens e Halske AG (Berlino). Società di ingegneria elettrica e meccanica tedesca.

Datazione: secondo quarto sec. XX

Descrizione

Il tubo radiogeno è un’ampolla di vetro sotto vuoto spinto, che contiene un catodo e un anodo ad alta tensione. Il tubo radiogeno è contenuto a sua volta in una guaina metallica (generalmente di alluminio con  schermature di piombo) .Nel presente tubo, il sistema di rigenerazione del gas è costituito da un tubo di palladio sigillato nella parete di vetro del tubo. Il palladio, scaldato fino l'incandescenza, diventa permeabile all'idrogeno della fiamma che penetra allora nel tubo, riducendo così il grado di vuoto. Questo sistema di rigenerazione, detto ad osmosi, venne introdotto nel 1897 dal fisico francese Paul Villard il quale, insieme a Victor Chabaud, costruttore di strumenti scientifici a Parigi, lo brevettò nel 1898.  Il filamento del catodo viene riscaldato da una corrente ed inizia ad emettere elettroni per effetto termoionico; la nube elettronica intorno ad esso viene accelerata dall'alta tensione, che proietta gli elettroni verso l'anodo dove colpiscono il disco metallico: nell'impatto l'energia cinetica che avevano acquisito si trasforma in calore (per il 99%) e in radiazione X (per l'1%). La generazione di raggi X avviene per radiazione di frenamento e per radiazione caratteristica.

Iscrizioni: “SIEMENS & HALSKE BERLIN” drp n°109449/drcm n° 34658

Materiale e tecnica: vetro/piombo/tungsteno/legno

Misure: larghezza 20 cm, lunghezza 60 cm, altezza 24 cm

Parole chiave: elettricità, fisica moderna

Collocazione: Collezione del Liceo statale “Ippolito Nievo” di Padova

Codice bene: 393

Bibliografia

  • http://bagliorinelvuoto.scienze.unipd.it/home.html
    https://it.wikipedia.org/wiki/Tubo_radiogeno
    Inventario generale del Liceo Ippolito Nievo