Tubi di Geissler

Inventore: Johann Heinrich Wilhelm Geissler, n.1814 - m.1879. Fisico tedesco

Costruttore: Officina Meccanica – Costruzioni Licenze Leybold Milano

Datazione: secondo quarto sec. XX

Descrizione

I tubi di Geissler venivano utilizzati per misurare la conduzione di determinati gas. In ognuno dei tubi di vetro è contenuto un gas diverso; quando una corrente elettrica viene fatta passare attraverso il tubo, il gas all’interno viene ionizzato, diventando così un conduttore e provocando un’intensa emissione luminosa. Ogni gas emette luce di colore differente: l’idrogeno una luce rossa, l’acido carbonico una luce verdastra e l’azoto una luce gialla tendente all’arancione.
È possibile considerare questi strumenti come gli antenati dei moderni tubi al neon.

Materiale e tecnica: vetro/minerale fluorescente

Misure: lunghezza 37 cm, diametro 4,5 cm / lunghezza 26,7 cm, diametro 2,3 cm

Parole chiave: elettricità, fisica moderna

Collocazione: Collezione del Liceo statale “Ippolito Nievo” di Padova

Codice bene: 246/247/248/249/250/251

Bibliografia

  • Inventario generale del Liceo Ippolito Nievo
    https://it.wikipedia.org/wiki/Heinrich_Geissler
    http://www.percorsielettrici.it/luci-elettriche/189-tubi-di-geissler
    https://it.wikipedia.org/wiki/Tubo_di_Geissler