Pendolo di Waltenhofen

Inventore: Adalbert Von Waltenhofen n.1828 - m. 1914. Fisico austriaco.

Costruttore: Officine Galileo, ditta fondata a Firenze nel 1863-64

Datazione: secondo quarto sec. XX

Descrizione

Su una base in legno sono fissate due bobine sulle quali è posto un pendolo in ottone. Il pendolo è dotati di due estremità differenti, una piastra piena e una ruota dentata. Mettendo in oscillazione il pendolo tra le due espansioni, si osserva che nel caso della piastra piena il pendolo smette di oscillare non appena viene alimentato l'elettromagnete, a causa delle correnti di Foucault che producono una forza che si oppone al moto del pendolo. Nel caso della ruota dentata non osserviamo il medesimo fenomeno perché la presenza dei tagli in questa estremità impedisce parzialmente la formazione delle correnti indotte vorticose.
 

Materiale e tecnica: ottone/rame/legno/seta/ferro/lacca

Misure: lunghezza 15 cm, larghezza 9 cm, altezza 32 cm

Parole chiave: elettricità, elettromagnetismo

Collocazione: Collezione del Liceo statale “Ippolito Nievo” di Padova

Codice Bene: 163

Bibliografia

  • http://patrimonio-didattico.fisica.unipd.it/esperimento.php?esperimento=84