Pendolo compensato di Harrison

Inventore: John Harrison, n.1693 - m.1776. Falegname e orologiaio inglese. Attivo a Londra dal 1713 al 1728.

Costruttore: Officine Galileo, ditta fondata a Firenze nel 1863-64.

Datazione: secondo quarto sec. XX.

Descrizione

Il pendolo compensato è composto da una massa lenticolare di ottone appesa ad un sistema di più aste, 3 di acciaio e 2 di ottone. Sottoposte ad una variazione di temperatura (stagionale), tutte le aste si dilatano: quelle in ottone fanno risalire il contrappeso del pendolo, mentre quelle in ferro lo fanno scendere. Questo è possibile perché le loro lunghezze sono state scelte in base ai rispettivi coefficienti di dilatazione, in modo da ottenere un pendolo il cui centro di gravità rimanga fisso, nonostante i cambiamenti di temperatura. Infatti, le aste sono connesse fra loro in modo tale che le rispettive dilatazioni si compensino, evitando così ritardi o anticipi nel funzionamento delle oscillazioni. Questo sistema è stato adottato al fine di mantenere costanti le oscillazioni nonostante gli innalzamenti ed abbassamenti della temperatura.

Materiale e tecnica: ottone/zinco/acciaio/ferro

Misure: altezza 71,5 cm, larghezza 8 cm, profondità 8 cm

Parole chiave: calore

Collocazione: Collezione del Liceo statale “Ippolito Nievo” di Padova

Codice bene: