Emisferi di Cavendish

Inventore: Henry Cavendish, n.1731 - m.1810. Fisico e chimico scozzese.

Costruttore: Officine Galileo, ditta fondata a Firenze nel 1863-64.

Datazione: secondo quarto sec. XX

Descrizione

Il conduttore sferico di ottone è isolato su un sostegno di vetro avente come base un treppiedi di ferro. Si elettrizzava la sfera collegando il gancetto di ottone di cui è dotata ad una sorgente di elettricità. Si prendevano quindi i due emisferi cavi dotati di manici isolanti in vetro e si portavano a contatto con la sfera elettrizzata facendone combaciare i bordi. Successivamente si allontanavano simultaneamente e si verificava la loro carica mediante un elettroscopio: questi risultavano carichi, mentre la sfera risultava priva di cariche. Questo accade perché la carica elettrica in un conduttore in equilibrio elettrostatico si distribuisce sulla sua superficie.
 

Iscrizioni: Officine Galileo Firenze

Materiale e tecnica: ottone/vetro/ferro/ebanite

Misure: emisferi: altezza 21,5 cm, diametro 10 cm; sfera: altezza 36 cm, diametro 13 cm

Parole chiave: elettricità, elettrostatica

Collocazione: Collezione del Liceo statale "Ippolito Nievo" di Padova

Codice bene: 179