Due pile di Grenet

Inventore: Johann Christian Poggendorff, n.1796 - m.1877. Fisico tedesco.

Datazione: primo quarto sec. XX

Descrizione

Gli strumenti sono costituiti da una boccia di vetro che conteneva per 2/3 una soluzione di acido solforico . Due pezzi paralleli di carbone compatto di storta, i quali erano immersi nel liquido, sono saldati a un tappo di ottone portato da un coperchio di diametro più piccolo in ebanite. Tra i 2 blocchi di carbone e ad essi parallela è fissata una lastra di zinco amalgamato unita a un'asta di ottone sostenuta dal tappo e immobilizzata da una vite con base in ottone posta sul coperchio di ebanite. La lastra può muoversi lungo il suo asse verticale e veniva immersa nella soluzione solo quando si voleva una differenza di potenziale ai morsetti.
Sul tappo è presente un morsetto per l'elettrodo di carbone e sulla base posta sul coperchio un altro morsetto per l'elettrodo di zinco.

Materiale e tecnica: vetro/ottone/legno/ebanite/zinco/carbone

Misure: altezza 37 cm, diametro 17 cm

Parole chiave: elettricità, elettrodinamica

Collocazione: Collezione del Liceo statale “Ippolito Nievo” di Padova

Codice bene: 269/270

Bibliografia

  • http://www.melegari.net/marconi/Museo/schede/m700/s704.htm
    https://it.wikipedia.org/wiki/Johann_Christian_Poggendorff
    https://www.phys.uniroma1.it/DipWeb/museo/pilagrenet.html