Apparato per lo studio del fenomeno della capillarità e dei vasi comunicanti

Lo strumento è stato acquistato dal Liceo G.B. Brocchi e inventariato per la prima volta nel 1954.

Costruttore: S.I.A.S. (Società Italiana Apparecchi Scientifici), ditta fondata a Bologna nel 1956.

Datazione: secondo quarto sec. XX

Descrizione

Lo strumento è formato da una base circolare di legno, sulla quale è fissato un recipiente cilindrico in vetro dal cui fondo parte un tubo cilindrico disposto orizzontalmente. Da questo si diramano diversi tubicini cilindrici paralleli tra loro e con diametri differenti. Nel momento in cui si versava del liquido all'interno del recipiente, si poteva osservare come questo si distribuisse in tutti i tubicini per il principio dei vasi comunicanti. In particolare, per il principio di capillarità, il livello del liquido era maggiore in corrispondenza dei vasi con un diametro minore.
Il primo a dimostrare che gli innalzamenti o le depressioni capillari sono inversamente proporzionali ai diametri dei tubi fu il chimico e fisico francese Louis-Joseph Gay-Lussac (1778-1850).
 

Materiale e tecnica: vetro/legno

Misure: altezza 22,5 cm, lunghezza 23 cm, diametro base 12,2 cm

Parole chiave: meccanica

Collocazione: Liceo G.B. Brocchi di Bassano del Grappa

Codice Bene: 85

Bibliografia

    • Inventario del Gabinetto di fisica del Liceo Brocchi, 1954 [Archivio del Liceo Brocchi]

    •