Fossile - Echinide, riccio di mare

Denominazione collezione: Collezione Catullo; Echinodermi, Neoechinidi irregolari

Sistematica - Paleontologia

Regno: Animalia
Phylum/Divisione: Echinodermata
Classe: Echinoidea
Ordine:
Famiglia:
Nome scientifico: Gitolampas placenta (Dames)

Descrizione:

Gli echinidi sono animali marini che vivono a tutte le profondità. Il loro scheletro (dermascheletro) è costituito da una serie di piccole piastre calcaree, saldate tra loro, formanti una teca di forma rotondeggiante o discoidale. Il dermascheletro è fornito di aculei mobili, usati prevalentemente a scopo difensivo. La maggior parte dei ricci di mare è detritivora. Di alcune specie sono commestibili le uova mature. L’esemplare proviene da Priabona, località situata nel comune di Monte di Malo, (Vicenza). Da essa prende il nome il Priaboniano, ossia il periodo di riferimento per l'Eocene superiore del Mediterraneo. La serie locale inizia alla base con il caratteristico conglomerato a Cerithium diaboli (Conglomerato del Boro). La Formazione di Priabona è costituita da un complesso di calcari, calcari marnosi e marne ricchi di fossili di ambiente marino poco profondo. Tra i fossili provenienti da questa formazione si annoverano 66 specie di echinoidei, molte delle quali risultano esclusive del Vicentino.

Località di raccolta

Continente/Subcontinente: Europa
Stato: Italia
Regione: Veneto
Provincia: VI
Comune: Monte di Malo
Località: Priabona, Lessini orientali

Collocazione: Università degli Studi di Padova, Museo di Geologia e Paleontologia

Codice bene: 8059C

Bibliografia

  • Fornasiero M., Piccoli G., 2000 - "I Fossili" . In Catalogo della Mostra "La curiosità e l'ingegno. Collezionismo scientifico e metodo sperimentale a Padova nel Settecento". Pp. 146-159, Univ. degli Studi di Padova, CISMS, Padova.