Gli ex voto in bronzo di età preromana conservati nel Museo di Scienze Archeologiche e d’Arte appartengono all’ampio arco cronologico che va dal VII sec. a.C. alla fase della romanizzazione (III-II sec. a.C.). Riferibili in parte alla cultura dei veneti antichi e più in generale a produzioni dell’Italia settentrionale, raffigurano divinità, offerenti o animali.